Inforesp

   

   

   

   

   

   
Domande e risposte Stampa la pagina 


Ristagno di muco: come eliminarlo?

Gentili signori,
sono il papà di uno splendido bimbo di nome E., affetto da tetraparesi per colpa di un parto cesareo fatto in ritardo.
E. da un anno a questa parte soffre di crisi epilettiche con periodicità mensile. Adesso ha 6 anni, ha una respirazione un po' affannosa, ed io tutte le mattine gli faccio il clapping (scusate ma non so come si scrive) comunque è quella percussione davanti e dietro che serve ad evitargli il ristagno di muco.
Mi chiedo però come posso fare ad eliminare quello che gli rimane in alto anche con qualche colpo di tosse non va via. Cosa posso fare? Bisogna procurarsi un aspiratore o qualcosa del genere ? Conviene fare inalazioni? Ci sono farmaci utili?
Vi sarei riconoscente se poteste darmi dei consigli in merito.
Grazie.
D.S.F. (10.07.2002)
+++

In questi casi ho sperimentato con successo l'impiego delle cannule naso-faringee della Rusch, l'unica ditta che fabbrica queste cannule anche per uso pediatrico (dal numero 12 in su). Le cannule sono molto morbide e possono essere inserite, dopo una breve istruzione da parte di chi le conosce, anche dai genitori dei bimbi. L'obiettivo è di creare una guida facile per il sondino per la tracheo-broncoaspirazione (molto difficile in questi piccoli pazienti senza una via aerea artificiale), sondino che deve essere di misura adatta al lume della cannula stessa.

A.P.

+++

 

Saluto E. ed il Padre.
1) Drenaggio posturale
2) Umidificatore in camera
3) Terapia aerosolica con fluidificanti del muco (quando cambia la consistenza del muco, cioè diventa denso) con Fluimucil o altri simili
4) Parlare o lasciar valutare E. da Pneumologo-broncoscopista per controllare la pervietà delle vie aeree ed eventualmente farsi indicare se è indicata aspirazione con sondino.
A.T.
+++




Via Lampedusa 11/a 20141 MILANO  fax +39 02 2360084  e-mail: info@inforesp.org - coordinamento editoriale: Liana Garini - web by: ICON
Ultimo aggiornamento 26/04/2013