Inforesp

   

   

   

   

   

   
Esperienze Stampa la pagina 

Progetto In-Exsufflator: questo strumento per l'inspirazione e l'espirazione meccanica si sta dimostrando molto utile nelle patologie neuromuscolari. Le impressioni di Luca.

(per gentile concessione de L'Agenda, periodico del Comitato Regionale Lombardo della UILDM, Via della Guerrina, 60 - 20052 Monza (MI); e-mail: crl.uildm@gmail.com)

Sapevamo che non sarebbe stato facile programmare una raccolta dati né trovare una modalità di "trasporto" efficiente dell'In-Exsufflator da una casa all'altra. Eppure finora ci siamo riusciti.

Come specificato in un articolo del fisiatra Alberto Lissoni, pubblicato nel numero 99 de "L'agenda", l'In-Exsufflator ha lo scopo di aiutare la mobilizzazione e l'espettorazione delle secrezioni bronchiali nei pazienti neuromuscolari. Prodotto da una società statunitense, la Emerson Co., è utilizzato già da anni negli Stati Uniti e conosciuto da vari centri riabilitativi italiani.

Le sezioni UILDM che hanno aderito al progetto In-Exsufflator, fortemente voluto dal Comitato Regionale Lombardo, sono sette, di cui una, la sezione di Udine, fuori regione. Insieme, abbiamo pensato di prepararci per formarci all'uso dell'apparecchio e, contemporaneamente, un gruppo ristretto sta portando avanti la "pratica delle carte". Non tutte le tessere del puzzle sono al loro posto, ma i tempi sono vicini.

Dopo l'articolo del professor Lissoni con la descrizione dettagliata di caratteristiche, modalità d'impiego, limiti dello strumento, abbiamo pensato di informare i nostri lettori sull'evolversi del progetto. E lo facciamo dando spazio a Luca che per primo, nella nostra regione, ha usato l'In-Exsufflator e che tanto beneficio ha ottenuto dalla macchina.

Quando hai usato per la prima volta l'In-Exsufflator?

A settembre dello scorso anno, dopo una crisi dovuta a residui di catarro, mentre ero ricoverato in un centro riabilitativo per il controllo. La broncopolmonite di marzo non si era mai risolta e il catarro era ristagnato in trachea. Avevo molto fastidio e quando mangiavo quasi tutto mi andava di traverso. Ho provato un forte spavento quando tutto è andato in tilt: pressione, assenza di ossigeno nel sangue, tachicardia e la brutta sensazione di non respirare più.

Che sensazione si prova?

Quando l'ho usato i primi giorni ho avuto, per pochi secondi, la brutta sensazione di non avere più aria a disposizione quando la macchina "espirava". Ma grazie al cielo sono una persona che si adatta e si abitua quasi subito alle nuove situazioni; la sensazione di fastidio è presto scomparsa. Del resto, quando il catarro esce, subito capisco che sto meglio e tutto viene superato.

E' fastidioso?

No, se ti abitui lo sopporti beni. E poi io ne ho davvero bisogno.

Quanto tempo c'è voluto perché la mamma imparasse ad usarlo?

La mamma è diventata esperta nel giro di poco tempo, dopo la formazione al Centro riabilitativo. In famiglia ha imparato anche mio cognato, anche se fino ad ora ho sempre "sfruttato" mamma.

Usi anche il ventilatore di notte?

Ormai sono quattro anni che uso il ventilatore a pressione positiva. Il mio naso ne sa qualcosa! Ricordo che mi sentivo sempre molto stanco prima, ma da allora va decisamente meglio.

E' vero che hai fatto fatica a rinunciare all'uso
dell'In-Exsufflator?


No. Per due settimane l'ho usato regolarmente, come mi era stato suggerito, per due volte al giorno, per circa mezz'ora ogni volta. E i primi tempi sono stati davvero un po' duri perché ero sempre in ballo! Poi dipende dal catarro che ho in gola.

Questa settimana l'ho usato solo al bisogno, precisamente una mattina che era tornata la fastidiosa sensazione di ostruzione. Come se ne va il catarro, ritorno "libero".

Averlo in casa dà decisamente sicurezza. Se potessi scegliere farei in modo di possederlo come un ausilio personale. Se penso alle vacanze, poi... sarebbe utile portarlo sempre con noi.

Aprile 2000



Via Lampedusa 11/a 20141 MILANO  fax +39 02 2360084  e-mail: info@inforesp.org - coordinamento editoriale: Liana Garini - web by: ICON
Ultimo aggiornamento 26/04/2013